5 consigli per diventare freelance e avere successo nel lavoro!

5 consigli per diventare freelance e avere successo nel lavoro!
Vi siete sempre paragonati a Mark Zuckerberg? E non vedete l’ora di presentarvi come il nuovo esperto dell’informatica? Dopo il secolo dell’Illuminismo, benvenuti nell’era dei geeks! Non trovate un lavoro che corrisponda ai vostri studi e ai vostri obiettivi professionali. Non avete un’idea precisa di quello che vorreste fare, e con chi parlarne. E poi, è da qualche tempo ormai che pensate di lanciare il vostro progetto in freelance, ma non sapete esattamente da dove cominciare. Allora per avere successo nella vostra carriera di freelance, seguite questi semplici consigli!

5 raccomandazioni per mettersi in proprio

1. Trovare la vostra idea

Prima di lanciarvi nell’avventura di freelance, molto costosa in tempo e in soldi, siate pienamente consapevoli che mettersi in propria rappresenta un investimento personale enorme. Non prendetelo dunque con leggerezza. Inoltre, trovate un’idea che vi permetta di lanciare il vostro progetto di freelance, un'idea che possa avvicinarsi al business plan di una startup. freelance, idea, mettersi in proprio, progetto, imprenditore, imprenditorialità, lavoro, carriera, studente, giovane laureato, consigli

2. Scegliere un nome

Dopo avere trovato la vostra super idea, dovrete assegnare un nome alla vostra attività. Questo nome deve rispecchiare il tipo di progetto e trasmettere un’immagine professionale ai vostri futuri clienti. Non deve dunque indurli in errore con una specialità che non sia la vostra.

3. Creare un sito internet

Chi dice mettersi in proprio dice per forza web business. Jimdo, per esempio, vi propone di creare un sito professionale, che descriva correttamente la vostra attività e il vostro lavoro. Non sottovalutate questa fase, è in fatti il vostro migliore biglietto da visita su internet! freelance, idea, mettersi in proprio, progetto, imprenditore, imprenditorialità, lavoro, carriera, studente, giovane laureato, consigli

4. Trovare dei clienti

E bene sì, affinché la vostra attività sia redditizia, dovete avere una clientela. Tuttavia, il più difficile è l’inizio poiché la vostra esperienza di freelance è appena nata e deve ancora crescere. Chiedete dunque ai vostri ex colleghi o ex datori di lavoro, possono sicuramente aiutarvi. Consultate anche i forum specializzati nell’argomento. Ma attenzione: questa fase condiziona il successo del vostro progetto dunque passateci un certo tempo!

5. Gestire il vostro capitale

Sarete a questo punto confrontati a due tipi di problemi: Quanto fatturare ai vostri clienti? E quale stipendio attribuirvi? Per i vostri clienti, il consiglio è di allinearsi leggermente in basso alla concorrenza, sarete così più competitivi (e dunque interessanti) dei vostri concorrenti. Infine, il vantaggio di un lavoro freelance è che siete voi stessi a pagarvi. Ma siate prudenti e anticipate i mesi in cui l’attività sarà più bassa, prima di offrirvi uno stipendio a 5 cifre! freelance, idea, mettersi in proprio, progetto, imprenditore, imprenditorialità, lavoro, carriera, studente, giovane laureato, consigli Allora, pronti a lanciarvi? E se volete condividere il vostro percorso e la vostra esperienza con i lettori del Daily Wiz, non esitate a lasciare un commento! giovani imprenditori, progetto, social network professionale, studenti, giovani laureati