8 tipi di colleghi veramente esasperanti

8 tipi di colleghi veramente esasperanti
Articolo scritto da Anais Genin, Responsabile Comunicazione a Monkey Tie Dicono che le differenze facciano la nostra ricchezza e che la “varietà” sia la vera spezia per dare un po’ di sapore alla vita. Tuttavia, ci sono sapori che vorremmo evitare (tipo il chiodo di garofano nell’arrosto, berk)… Per esempio, quel genere di persone che ritroviamo sistematicamente in ogni azienda. Più cliché che le battute sulle bionde (e soprattutto vero!), ecco gli 8 tipi di colleghi veramente esasperanti, presenti in (quasi) tutti gli uffici!

1. La pettegola

Avete presente la nonna che conosce il singolo pettegolezzo del vicinato? Beh, la pettegola (parola femminile applicabile senza problema agli uomini) sta sempre curiosando dappertutto, le orecchie incollate al muro, bisbigliando o tacendosi quando arriva qualcuno. Sa per esempio che Laura, delle Risorse Umane, sta con Marco del reparto commerciale (a quel che pare), e che il cane di Antonella della contabilità si è fatto investire questo weekend (ciò che spiega le occhiaie di Antonella lunedì mattina, poverina). Un consiglio, state lontani dalla pettegola, che sia gentile o no, se non volete sentire un pettegolezzo su di voi nei prossimi mesi (“è vero che hai una terza tetta? Chiara mi ha detto che Lucia le aveva detto che aveva sentito dire…”). colleghi, esasperanti, lavoro, azienda, ufficio

2. Candido o l’Ottimista

L’Ottimista è quella persona talmente felice di vivere che pur camminando nella cacca di cane una mattina, ci verrebbe un segno positivo del destino (anzi, destino o no, puzza e basta. Veramente.). Passeggerà sempre nei corridoi sorridendo, pronto(a) a complimentarvi sul vostro nuovo taglio di capelli (quando non siete andati dal parrucchiere, è solo vostra figlia di tre anni che ha scoperto un certo interesse nelle forbici, sfortunatamente) o confortarvi quando non va bene. Alla fine, vi chiedete se è veramente umano(a), perché qualcuno che non brontola mai… innervosisce comunque un po’. collègues, horripilants, travail, entreprise, bureau

3. Il narcisista

I capelli tirati all’indietro con il gel, vestiti sempre impeccabili, camminando nei corridoi dell’ufficio con la presunzione di essere più attraente di Ryan Gosling… ecco come avvistare il narcisista dell’azienda. Quando si rivolge a voi, vi fa capire che dovete sentirvi super lusingati da quei preziosi minuti della sua giornata, spesi unicamente per voi. In pratica, non l’avete mai visto lavorare, ma a sentirlo, sta per avanzare di grado più velocemente di chiunque altro nell’azienda. Semplicemente perché, è formidabile. Non sfuggitelo, a prendersi per George Clooney, sembra piuttosto George il clown e questo, è veramente divertente ( tutto suo malgrado). colleghi, esasperanti, lavoro, azienda, ufficio

4. Il novellino / la novellina

Per fortuna, come lo indica il suo nome, il novellino / la novellina è solo un personaggio effimero. È dunque la nuova recluta, recentemente arrivata nell’azienda, desiderosa di rivoluzionare la società con le sue idee innovative. Il più fastidioso, non sono il suo entusiasmo e la sua ambizione, ma il fatto che pensi potere cambiare l’organizzazione schioccando semplicemente le dita e proponendo le sue belle piccole idee. Detto fra noi, è da 5 che chiedete ai vostri colleghi di cambiare la stampante del terzo piano… allora cambiare l’aspetto del sito internet…

5. Il pigrone / la pigrona

Almeno che il vostro capo non accordi una certa attenzione ai suoi impiegati, c’è sempre un pigrone in ufficio. Sapete, quello che arriva sempre con 20 minuti di ritardo, se ne va discretamente prima delle 5 del pomeriggio, e prende senza rimorso due ore di pausa pranzo. Quando non sta messaggiando con la sua nuova conquista o facendo la lista della spesa, sbadiglia rumorosamente lanciando lo stesso “Che stanchezzaaaaaaaaaaaaa” quotidiano. Quello che richiama la vostra attenzione, non è tanto il suo modo di essere ma soprattutto la sua presenza: come diavolo è possibile che abbia ancora il suo lavoro? colleghi, esasperanti, lavoro, azienda, ufficio

6. Il chiacchierone / la chiacchierona

Sono le 9 e mezza e sapete già tutto quello che ha fatto durante il weekend, la lite con la sua ragazza/il suo ragazzo, il suo appuntamento dal dentista venerdì sera, quello che a mangiato il giorno prima e la sua micosi all’unghia del piede. In 15 minuti, non siete riusciti a spiccicare una parola. D’altronde, avete smesso di ascoltarlo/la dopo quattro minuti. Potreste avere una matita piantata nell’occhio, non se ne renderebbe neanche conto. colleghi, esasperanti, lavoro, azienda, ufficio

7. Il persecutore / la persecutrice

Se qualcuno vi dicesse che è già stato perseguito a più riprese per molestie, non sareste neanche sorpreso/a. Anche con una normale discussione con lui/lei vi sembra molto malsano. Lo sguardo perverso, il rictus spaventoso e una tendenza a toccare troppo spesso la gente, dice sempre frasi sottointese con il verso sbagliato. Un consiglio: diteli chiaramente che vi disgusta. È diretto ma efficace.

8. Il condannato / la condannata

Non solo fa parte dell’azienda, a meta cammino tra fossile e mobile d’ufficio, ma ci lavora sin dal 1977 (e ha perso la sua gioia di vivere, qualche parte negli anni 90). Ha visto delle decine (sicuramente anche delle centinaia) di visi ma è ancora qui. È molto al suo aggio ma anche molto insoddisfatto (Droopy accanto a lui sembra molto più divertente) dalla vita, poiché manca un po’ di novità. colleghi, esasperanti, lavoro, azienda, ufficio E voi, conoscete altri tipi di colleghi esasperanti ?!