9 qualità che i selezionatori cercano in un candidato

9 qualità che i selezionatori cercano in un candidato
È normale non avere abbastanza esperienza all’inizio della propria carriera. E se il fatto di trovare un impiego dipendesse dalle vostre qualità piuttosto che dalla vostra esperienza professionale? Se fosse il caso, quale sarebbero le qualità per farvi assumere? Wizbii ha deciso di elencare le qualità che vi aiuteranno a farvi notare durante il vostro prossimo colloquio. I selezionatori dicono che nella maggior parte dei casi, non sono né le conoscenze né gli anni di studi o le esperienze professionali che prevalgono durante un colloquio. Si guadagna esperienza col tempo, ma le qualità e “l’intelligenza emotiva” vi appartengono e vi permetteranno di distinguervi.

Articolo scritto da Laura Sanchez Rios

laura

L’intelligenza emotiva, che cos’è? È un concetto inventato dallo psicologo Daniel Goleman negli anni 90, che ha rivoluzionato la visione tradizionale dell’intelligenza legata al sapere e alla memoria. L’intelligenza emotiva corrisponde a una serie di capacità emotive: motivarsi, controllarsi, aver fiducia in se stessi e negli altri, ed essere socievoli. Queste qualità sono veramente ricercate dalle aziende. Un candidato che possiede tutte queste qualità è dunque capace di controllare le sue emozioni e quelle degli altri. Abbiamo trovato 9 altre qualità che possono aiutarvi a distinguervi durante il colloquio di lavoro, per rimediare alla mancanza di esperienza.

1 – Conoscere se stessi

Una persona che non conosce se stessa, non conosce niente. Conoscere se stessi, significa conoscere le proprie reazioni a certe situazioni e capire come ci si sente a fine giornata. Quali sono le situazioni che vi creano problemi? E quelle che potete facilmente gestire? Che cosa vi motiva? conoscersi, emozione, intelligenza emotiva, qualità, competenze, colloquio, selezionatore, lavoro, carriera, impiego, esperienza Come conoscersi meglio? Prendete un foglio di carta, una pena e scrivete le vostre qualità, le vostre emozioni, quello che provate e pensate a certe situazioni che hanno un ruolo importante nella vostra vita. Ciò vi permetterà di capire chi siete e come agite, e permettervi di gestire meglio le situazioni che v’imbarazzano.

2 – Avere empatia

L’empatia è la capacità a mettersi al posto degli altri e immaginare come vi sentireste al loro posto. Siamo sempre giudicati dagli altri, tuttavia, in un ambiente professionale, non dovreste criticare i vostri colleghi prima di esservi messi al loro posto. [Tweet "Non fate agli altri quello che non vorreste fosse fatto a voi"] conoscersi, emozione, intelligenza emotiva, qualità, competenze, colloquio, selezionatore, lavoro, carriera, impiego, esperienza

3 - Stabilità emotiva

Tutti possono agire in modo impulsivo. Però, tutte le persone emotivamente intelligenti agiscono in modo diverso poiché riflettono prima di agire o di parlare e dunque si controllano. Dovreste provare a controllarvi durante queste situazioni. Nel caso contrario metterete voi e gli altri in una brutta situazione. Ovviamente non vi chiediamo di non avere nessuna emozione, ma esse non devono prendere il sopravvento. Ricordatevi che siete ai comandi!

4 – Una buona comunicazione interpersonale

Questa qualità è legata a quello che potremmo chiamare una comunicazione onesta, tra una persona che non ha paura di dire quello che pensa e che sappia anche ascoltare gli altri. Nessuno vorrebbe lavorare con qualcuno che non ascolti o che comunichi male. conoscersi, emozione, intelligenza emotiva, qualità, competenze, colloquio, selezionatore, lavoro, carriera, impiego, esperienza

5 – Essere socievole

All’inizio della vostra carriera, vi renderete presto conto che niente è possibile senza la partecipazione degli altri e l’aiuto dei vostri colleghi. Essere emotivamente intelligenti significa che avete capito che i rapporti con i vostri colleghi non debbano solo servirvi personalmente ma anche servirli loro e, più importante ancora, servire l’azienda. Oggigiorno, le aziende cercano delle persone capaci di riconoscere le emozioni degli altri, ciò significa capire quando un collega ha bisogno di una mano! Se siete emotivamente intelligenti, prendete cura degli altri perché sapete che la felicità viene dall’aiuto reciproco.

6 – La motivazione e la gestione dello stress

Più sforzi farete, più ne sarete ricompensati. Durante un momento difficile, una persona emotivamente intelligente si comporta nel miglior modo possibile per rimanere efficiente. Queste persone sono capaci di motivarsi da sole per raggiungere i loro obiettivi, e dunque possono affrontare gli ostacoli più facilmente. Dovrete rimanere motivati sopratutto se avete un sogno nel cassetto. Capita di essere demotivati, dovete dunque rimanere determinati anche nei peggiori momenti. Sfoggiate il vostro più bel sorriso anche se non siete in forma, farete di meglio la prossima volta. conoscersi, emozione, intelligenza emotiva, qualità, competenze, colloquio, selezionatore, lavoro, carriera, impiego, esperienza

7 - Essere felice, la più bella qualità

Siamo sinceri, a nessuno piace lavorare con una persona triste o stressata. Generalmente, le persone emotivamente intelligenti sono più felici. Certo, essere felice non significa sorridere stupidamente tutta la giornata, ma riuscire a produrre energia positiva quando sentite che i vostri colleghi ne hanno bisogno. Essere positivo/a è una grande qualità che farà buona impressione il giorno del colloquio!

8 - Sapere lavorare in squadra

Essere intelligente significa saper costruire rapporti sani con i propri colleghi e saper mettersi al posto degli altri. Al lavoro, molti progetti sono gestiti in squadra e non da un solo impiegato in ufficio. Le aziende vogliono che i giovani laureati sappiano lavorare con altre persone e soprattutto con diversi tipi di persone, con personalità diversa. conoscersi, emozione, intelligenza emotiva, qualità, competenze, colloquio, selezionatore, lavoro, carriera, impiego, esperienza Avete ascoltato e capito le opinioni degli altri prima di criticare?

9 – Avere una grande intelligenza emotiva

L’efficienza al lavoro e l’intelligenza emotiva sono molto simili. Molti impiegati e manager hanno notato una grande evoluzione nella qualità del lavoro grazie allo sviluppo di qualità legate all’intelligenza emotiva. Queste persone sono capaci di riconoscere e controllare le loro emozioni per raggiungere i loro obiettivi e avere successo nelle attività quotidiane. Allora, pronti ad affrontare il colloquio? Per alcuni selezionatori, la personalità è spesso più importante delle esperienze. Adesso che conoscete questo concetto, non dovete fare altro che seguire i nostri consigli e troverete di sicuro il lavoro dei vostri sogni ;) lavoro, impiego, wizbii, stage, opportunità, offerta