Alessandra, HR intern a Birra Peroni: "Questo stage è stato amore a prima vista!"

Alessandra, HR intern a Birra Peroni: "Questo stage è stato amore a prima vista!"
State cercando un impiego per la fine dei vostri studi, o uno stage per completare la vostra formazione. Cercate delle ore su vari siti internet, fate domande presso la vostra università, ma niente… E poi, con pazienza e determinazione, finite per trovarlo, IL lavoro. Quel lavoro nel quale l’azienda, le missioni, la città, l’esperienza richiesta… tutto concorda! Si tratta proprio del lavoro dei vostri sogni, un amore a prima vista per il quale volete (dovete!) essere assolutamente presi. L’esperienza è successa ad Alessandra. Questa studentessa di ventisei anni ha trovato lo stage che aspettava da tanto e che gli avrebbe permesso di accrescere le sue conosce universitarie e specializzarsi nel settore desiderato. Oggi ci racconta il suo stage nelle Risorse Umane nell’azienda multinazionale Birra Peroni S.r.l. e ci condivide le sue impressioni su quest’esperienza molto sfidante. azienda, stage, esperienza, job, studente Buongiorno Alessandra. Prima di tutto, potresti descriverci il tuo percorso? Buongiorno a te! Ho conseguito la laurea triennale in “Scienze e tecniche psicologiche per la valutazione clinica” presso l’Università degli studi di Roma La Sapienza, quindi ho continuato iscrivendomi alla magistrale di “Psicologia dinamico-clinica”. Durante il secondo anno di università ho ottenuto una borsa di studio che mi ha consentito di seguire un corso di lingua in Portogallo, e di conseguenza la borsa Erasmus che mi ha permesso di studiare nello stesso paese per 6 mesi. In seguito, sono tornata per partecipare al mio progetto di tesi sperimentale, e conseguire la laurea. Peroni, dentro azienda, giovani, studente, stage, tirocino, esperienza, job, multinazionale, azienda, lavoro, carriera, birra, valori, internazionale, risorse umane, Hai un percorso molto interessante! E riguardo al tuo stage, perché avere scelto Peroni? Cosa ti ha attratto di più nell’offerta di stage? Ho scelto “Birra Peroni s.r.l.” perché sono stata subito attratta dall’idea di poter incrementare il mio background universitario nell’ambito delle Risorse Umane, all’interno di una grande azienda. L’offerta di stage toccava tutti i punti più interessanti di un percorso lavorativo simile, come Gestione del Personale e Formazione, che oltretutto conciliavano il mio percorso “clinico” con un percorso più inerente alla psicologia del lavoro. Una volta giunta al colloquio mi è stato spiegato dalla Recruiter (e futura Tutor), che il mio tirocinio si sarebbe svolto interamente in plant, quindi all’interno dello stabilimento, e a stretto contatto con tutte le risorse umane aziendali. Inutile dire che è stato amore a prima vista, considerando che la parte principale che manca nella maggioranza dei corsi universitari italiani, è proprio lo sviluppo pratico, on the job. Deve essere difficile entrare in un gruppo internazionale come Peroni. Come hai ottenuto il tuo posto nell’azienda? Ho inoltrato la mia candidatura all’ indirizzo mail che ho reperito nella banca dati della mia università, quindi il percorso si può dire che è stato sicuramente più diretto e immediato rispetto alla ricerca di una qualsiasi stage. Dopodiché mi sono presentata al colloquio che ho sostenuto vis a vis, durante il quale ho ripercorso il mio background universitario e lavorativo, quindi ho aspettato con pazienza che l’iter di selezione si concludesse per tutti i candidati. Hai fatto bene, la pazienza serve sempre nella ricerca di lavoro. Compiere uno stage per una marca di birra o in una grande azienda era il tuo obiettivo o è stato “per caso”? Sicuramente non mi ero posta l’obiettivo di lavorare per una conosciuta marca di birra, o nel settore alimentare, ma l’idea di fare esperienza all’interno di una realtà aziendale così estesa e conosciuta mi ha sempre affascinato proprio per il grande carattere formativo che la denota. Mi è sempre sembrata una preziosa opportunità per entrare in “grande stile” nel settore della gestione delle risorse umane, proprio perché per quanto vasto e variegato che sia, sicuramente trova la sua massima espressione proprio in questi contesti. Peroni, dentro azienda, giovani, studente, stage, tirocino, esperienza, job, multinazionale, azienda, lavoro, carriera, birra, valori, internazionale, risorse umane, Conoscere il settore della birra, era uno dei requisiti per entrare nel gruppo? Immagino di no, ma comunque mi è stato chiesto se avessi mai visto dall’interno una fabbrica di birra, anche solo per scopi ludici. Per quanto mi riguarda sapevo cosa aspettarmi a livelli “visivo”, poiché ho avuto il piacere di visitare fabbriche anche solo per curiosità personale, ma l’intero mondo che si celava dietro, ovviamente era solo immaginabile per chi, come me, non aveva ancora avuto l’opportunità di esperirlo. Quali altri requisiti erano chiesti? Cosa li ha colpiti nel tuo profilo? Sicuramente cercavano un profilo giovane, da formare ed inserire in itinere con maggiore facilità. Avevo concluso il mio percorso universitario appena due mesi prima il colloquio, quindi ho sempre pensato che quello che si poteva carpire a prima vista anche non conoscendomi, fosse la volontà di mettermi alla prova ed iniziare “a fare”, non più solo a studiare. Ho sempre avuto un carattere molto dinamico, ma quel periodo ero animata dal grande entusiasmo che segue la fine degli studi, e questo credo che la mia intervistatrice lo abbia colto. Quanto tempo è passato tra la tua candidatura e l’inizio del tuo stage? Il pomeriggio stesso ho ricevuto il feedback positivo da parte della mia attuale tutor, e in seguito sono passate all’incirca due settimane al mio primo giorno di lavoro. Peroni, dentro azienda, giovani, studente, stage, tirocino, esperienza, job, multinazionale, azienda, lavoro, carriera, birra, valori, internazionale, risorse umane, Molto veloce dunque! Riguardo al tuo lavoro quotidiano, quali sono le tue missioni? Le mie missioni principali ruotano intorno al progetto in corso all’interno dell’azienda, che prevede l’applicazione di moderni principi e tecniche industriali che se applicati insieme si traducono in competitività sul mercato. Si parla quindi della parte gestionale del personale e dei piani di sviluppo attraverso il coaching, l’analisi di competenze, la somministrazione di questionari di valutazione, ma anche di tutte le attività a monte, come il recruiting e lo screening di curricula. La parte più interessante è sicuramente il lato on the job del tirocinio, che si svolge interamente all’interno della fabbrica, affiancando i lavoratori durante la loro routine quotidiana. Gli orari sono flessibili? Hai autonomia nel tuo lavoro? Gli orari sono molto flessibili, poiché l’importante è che il lavoro sia organizzato o anticipato. Ho acquisito autonomia piano piano, provando ad ogni occasione ad anticiparmi con il lavoro per poi avere un riscontro prima di realizzarlo. Ora, a parte determinati aspetti più amministrativi, posso dire di svolgere la mia daily routine in autonomia, nonostante comunque ricerchi spesso un feedback al momento del raggiungimento di ogni obiettivo. Il settore d’attività di Peroni può sembrare, a prima vista, abbastanza maschile. Com’è dunque l’ambiente di lavoro? Puoi descriverci l’atmosfera? Posso confermare che effettivamente è un settore prevalentemente maschile, poiché la stragrande maggioranza dei miei colleghi e degli operatori sono uomini. Devo ammettere che è stata la prima esperienza lavorativa in cui mi sono trovata a far parte di una minoranza così elevata, ma non mi sono mai sentita in imbarazzo o fuori contesto per questo motivo. Anzi, ho scoperto un ambiente lavorativo molto cooperativo e un’atmosfera familiare e rilassata. Un esempio è dato anche dal fatto che il nostro outfit all’interno degli ufficio è completamente informale, anzi mi è sempre stato consigliato un abbigliamento comodo proprio perché dobbiamo indossare le scarpe antinfortunistica e tutti gli strumenti di sicurezza personale. Peroni, dentro azienda, giovani, studente, stage, tirocino, esperienza, job, multinazionale, azienda, lavoro, carriera, birra, valori, internazionale, risorse umane, Quali sono i vantaggi a lavorare per una multinazionale come Peroni? Il vantaggio principale, a mio avviso, è l’esperienza internazionale che si sviluppa intorno a contesti simili. Ogni dipendente si muove all’interno di una grande area che crea contesti a catena, quindi ogni attività è generata da una prima, e necessariamente deve sboccare in qualcos’altro. I vantaggi personali che porta sono molteplici, ad iniziare da quelli strettamente umani, come conoscere persone che hanno ruoli diametralmente opposti dal tuo e scontrarsi/incontrarsi con i loro punti di vista. L’arricchimento è reciproco, e lavorativamente parlando la crescita è notevole ed esponenziale, poiché si lavora a ritmi frenetici, quindi si viene catapultati in un contesto che necessariamente chiede di tenere il passo. Al contrario, quali difficoltà hai incontrato? Devo ammettere che sono stata seguita ed indirizzata molto i primi giorni, ma la difficoltà (se così vogliamo chiamarla) di questo lavoro è che possiede un versante completamente “umano”. Si lavora con la nostra personalità, e il nostro bagaglio individuale, non solo culturale, quindi se dovessi individuare una problematica cardine sarebbe esattamente quella di aver imparato a comprendere le mie reazioni e i miei comportamenti durante i rapporti di lavoro. Ho sempre lavorato all’interno di aziende (ovviamente in altri ruoli), quindi non era di certo nuova a sperimentarmi in un contesto lavorativo, ma non all’interno di uno che mette alla prova ciò che per cui mi sono formata. Un’altra difficoltà è stata quella di “fare mio”, un progetto che avevano iniziato altre stagiste prima di me. Infatti, non ci si aspettava da me una mera ripetizione di quello che già era stato attuato, ma qualcosa di nuovo che potesse dare nuovo respiro al progetto. Più che una difficoltà è stata un’esperienza molto sfidante, poiché era la prima volta che mi ritrovavo ad affrontare una situazione simile. Peroni, dentro azienda, giovani, studente, stage, tirocino, esperienza, job, multinazionale, azienda, lavoro, carriera, birra, valori, internazionale, risorse umane, Cosa ti è piaciuto di più in questo stage? Sicuramente il contatto vero e proprio con le persone, e con tutti i dipendenti. Il lavoro per funzionare in modo ottimale deve essere ben coordinato su tutti i fronti verso una mission unica, e uno dei compiti principale dell’HR è proprio quello di sincerarsi che ogni dipendente lavori in nome della policy comune. Il primo giorno di lavoro mi sono state fornite le scarpe antinfortunistica proprio per potermi permettere di muovere liberamente tra i diversi dipartimenti, poichè all’interno sono presenti tutti i processi di produzione, dalla brewery alla logistica. Ho potuto osservare e collaborare con tutti i reparti, quindi conoscere l’intero processo produttivo a 360° e il modus operandi di ogni reparto. Conoscerne i punti di forza ma anche i minus, e poter far parte della grande macchina per colmare i gap. Insomma, mi è piaciuto sentirmi parte di tutto questo. Al livello personale e professionale, cosa ti ha procurato questo stage? A livello personale mi ha sicuramente fatto incontrare persone che valeva la pena conoscere, compresi gli altri stagisti presenti in altri campi, con i quali è sempre interessante e piacevole confrontarsi. Ho acquisito più sicurezza e dimistichezza, una maggiore consapevolezza personale in fatto di competenze e limiti, e soprattutto ho ottenuto una visione più sicura e dettagliata dei miei interessi in ambito lavorativo. In ambito professionale ho sviluppato un curriculum che inizia ad essere spendibile sul mercato del lavoro, grazie a nuove competenze che ho appreso. Peroni, dentro azienda, giovani, studente, stage, tirocino, esperienza, job, multinazionale, azienda, lavoro, carriera, birra, valori, internazionale, risorse umane, Raccomanderesti quest’azienda? E perché? Si, perché viviamo una situazione lavorativa che il più delle volte ci costringe a “saper fare” e basta, perché bisogna accontentarsi, perché un lavoro è difficile trovarlo oggigiorno, ma io questo peso non l’ho mai avvertito durante tutto il tempo del mio stage. Penso che la maggioranza di noi si senta in dovere di “nascere imparato”, come se non ci fosse spazio di imparare e di chiedere “Come si fa?”. Quando si inizia a lavorare in una grande azienda, di nome e di fatto, ci si sente spesso come in dovere di sapere già il lavoro che si andrà ad espletare, senza ricordarsi a volte che si chiama tirocinio, proprio per essere formativo. In merito alla mia esperienza, sono stata fortunata in questo, perché mi veniva spiegato, da chiunque potesse aiutarmi e si sentisse in volere di farlo, ogni mancanza che ovviamente possedevo, ma so che molte volte questo non accade, ed è una grande perdita non avere la voglia di formare una risorsa che potrebbe diventare molto preziosa. Mi è stato sempre ripetuto che ammettere di non sapere qualcosa non è una mancanza, e il fatto di avere un Tutor sopperisce esattamente a questo bisogno. Inoltre, è un’azienda in cui si apprendono informazioni da ogni fronte, anche di differente ambito lavorativo, poiché la comunicazione filtra molto e senza intoppi, e questo diventa una grande opportunità per arricchirsi ed imparare. Hai perfettamente ragione! Non si nasce con l'esperienza o le conoscenze, ma al contrario serve tempo per impararle, e tu hai avuto la reazione giusta chiedendo attorno a te! Quali consigli daresti a un giovane che vorrebbe compiere uno stage a Peroni? E a un giovane che vorrebbe compiere uno stage all’estero? Informarsi. I siti internet esistono proprio per questo motivo, come per esempio a capire la policy dell’azienda e a prepararsi all’ ambiente che si aspetta di trovare, alle skills che vengono richieste, nonché a conoscere i programmi che sono in corso attraverso gli stage o che l’azienda ha adottato o adotterà. Il mio consiglio è lo stesso anche per chi vorrebbe intraprendere un percorso lavorativo fuori dall’Italia. Potrebbe sembrare futile e anche un po’ scontato, ma il denominatore comune che mi capita di incontrare, e che a volte ho vissuto sulla mia pelle, è proprio la poco informazione. Troppi dati che si danno per scontati o che completamente si ignorano, solo perché si fa riferimento alle esperienze altrui, o ci si fida troppo delle voci di corridoio, sbaglio che più o meno tutti commettono quando sono nuovi di ogni settore. Rimane indubbio che, per chi ne avesse la possibilità, compiere uno stage all’estero rappresenta un fiore all’occhiello da apporre a qualunque curriculum, e soprattutto molto ben visto dalle responsabili delle risorse umane di ogni azienda. Peroni, dentro azienda, giovani, studente, stage, tirocino, esperienza, job, multinazionale, azienda, lavoro, carriera, birra, valori, internazionale, risorse umane, In effetti, è un'esperienza in più sul CV da valorizzare! E riguardo al tuo stage, pensi che ci siano delle prospettive di evoluzione? A malincuore all’interno di questa azienda per me non ci sono, almeno per adesso. Spero che in altri contesti lavorativi ci siano, considerando anche il grande interesse in merito alla condizione psicologia dei dipendenti che ha preso piede in tempi recenti, quando anni addietro l’HR si occupava solo del versante amministrativo. Il tuo obiettivo professionale? Trovare un lavoro che mi gratifichi su ogni punto di vista, sarebbe per me un grande ricompensa. Se potessi scegliere mi piacerebbe sicuramente continuare ad attuare le mie capacità in un contesto aziendale di medie e grandi dimensioni, perché credo che abbiano molto da offrire non solo in termini di stage, ma anche di carriera. Un altro ambito che attira il mio interesse è anche quello all’interno delle società di consulenza, realtà per certi versi diametralmente opposta, flessibile e ancora più cangiante, che investe e si occupa molto spesso della formazione aziendale, ambito che io ho potuto toccare con mano e che ho apprezzato moltissimo. La tua esperienza è molto interessante Alessandra, ti ringraziamo molto per avercela condivisa! Speriamo possa raggiungere i tuoi obiettivi professionali e personali :)  Siete anche voi interessati dal settore delle risorse umane ? O verreste compiere uno stage nella multinazionale Peroni? Iscrivetevi su Wizbii! Tutte le offerte di stage o di lavoro vi aspettano!  lavoro, impiego, wizbii, stage, opportunità, offerta