Colloquio annuale di valutazione: le cose da sapere per prepararlo al meglio!

Colloquio annuale di valutazione: le cose da sapere per prepararlo al meglio!
È da quasi un anno che sei stato assunto. Il tempo vola! Hai vissuto molte cose in un anno, dei momenti gradevoli e altri che preferiresti dimenticare ma una cosa è sicura: sei cresciuto professionalmente! E questo, potrai spiegarlo al tuo superiore durante il colloquio annuale destinato a valutare le tue responsabilità, le competenze acquisite dopo un anno, i futuri progetti ma anche, perché no, a chiedere un aumento. Ecco dunque alcuni consigli per preparare questo colloquio e proseguire serenamente la tua avventura nell’azienda!

La preparazione è fondamentale!

Qualunque sia il tuo rapporto con il responsabile, non puoi arrivare al colloquio le mani in tasca, senza esserti preparato. Come per qualsiasi colloquio, anche questo richiede un minimo di preparazione. Ovviamente, devi anticipare un po’ e non metterti al lavoro la sera prima. Prevedi un po’ di tempo tutte le sere dopo il lavoro per portare avanti la tua riflessione e definire bene quello che vorresti condividere con il tuo responsabile. Segnati tutto quello che vorresti dirgli e ricevere da parte sua:

♦ Cosa aspetti di questo colloquio?

♦ Qual è l’obiettivo finale?

♦ Vuoi lavorare su nuovi progetti?

♦ Avere maggiori responsabilità?

♦ Chiedere un aumento?

[Tweet "Prepara bene le domande per poter formulare il tuo progetto professionale. "] colloquio annuale, manager, responsabile, azienda, stipendio, riunione, impresa, progetto professionale, obiettivi, motivazione, assunzione, evoluzione, preparazione Il colloquio annuale è anche l’occasione per verificare le competenze acquisite fino ad ora:

♦ Che cosa hai imparato negli ultimi 12 mesi?

♦ Che cosa devi ancora conoscere?

♦ Dove l’azienda vorrebbe portarti? E come vuole procedere?

Organizza la tua presentazione per non essere colto alla sprovvista all’ultimo momento.

Prepara un reso conto obiettivo del tuo lavoro

Il reso conto e l’autovalutazione sono sicuramente la parte la più importante di un colloquio annuale poiché permettono di fare un passo indietro e sollevare dei punti di miglioramento con il tuo manager. Prova ad essere, per quanto possibile, il più obiettivo possibile. L’obiettivo del colloquio annuale non è (semplicemente) di dimostrare a che punto tu sia eccezionale e vitale per l’azienda, ma anche di fare un bilancio sugli obiettivi fissati al tuo arrivo, sui problemi che hai incontrato e sulle competenze acquisite fino ad ora. Prendi dunque il tempo di definire obiettivamente quello che ha funzionato, quello che non ha funzionato e le difficoltà che hai dovuto affrontare nel tuo lavoro. colloquio annuale, manager, responsabile, azienda, stipendio, riunione, impresa, progetto professionale, obiettivi, motivazione, assunzione, evoluzione, preparazione Inoltre, spiega come sei riuscito ad andare oltre i tuoi obiettivi o, al contrario, perché non hai potuto raggiungerli. Pensa ai motivi che ti hanno impedito di realizzare i tuoi obiettivi e alle azioni che potresti condurre per mantenere i tuoi sforzi e proseguire correttamente il tuo lavoro. Per aiutarti con l’autovalutazione, ecco qualche elemento da prendere in considerazione:

♦ Ricordo delle tue missioni e dei tuoi obiettivi fissati al momento della tua assunzione.

Risultati ottenuti: cosa sei riuscito concretamente ad ottenere? Possono essere 3 contratti firmati, 500 nuovi contatti, 45 articoli scritti… qualsiasi indicatore che possa valorizzare il tuo lavoro da un punto di vista quantitativo.

♦ Gli obiettivi raggiunti e non raggiunti e perché.

♦ Le difficoltà incontrate: quest’analisi ti permetterà, con l’aiuto del tuo manager, di ridefinire i tuoi obiettivi e le tue attività quotidiane per liberarti di alcuni compiti, per il momento fuori dalla tua portata.

♦ I punti forti e i progressi constatati

♦ La valutazione globale delle tue competenze: hai tutte le competenze per portare a termine i compiti affidati? Quali competenze dovresti acquisire o sviluppare?

♦ I punti di miglioramento e gli obiettivi per il prossimo periodo: quali miglioramenti suggerisci?

Pensa alle eventuali evoluzioni

Oltre a presentare un reso conto retrospettivo dell’anno appena svolto, l’autovalutazione ti permette di definire le tue prospettive di evoluzione per il prossimo periodo.

♦ Alla luce di quello che hai vissuto professionalmente, come vorresti continuare la tua esperienza?

♦ Quali progetti vorresti gestire?

colloquio annuale, manager, responsabile, azienda, stipendio, riunione, impresa, progetto professionale, obiettivi, motivazione, assunzione, evoluzione, preparazione È il momento ideale per fare un bilancio con il tuo manager, in tutta sincerità e trasparenza e di condividergli il tuo progetto professionale. Il suo obiettivo è che tu ti senta bene, soddisfatto e motivato nel tuo lavoro. Se ciò significa dunque cambiare il tuo statuto o aumentare il tuo stipendio, è importante che gli dica ora piuttosto che di punto in bianco a un momento inappropriato. Per aiutarti a formulare il tuo obiettivo professionale, poniti queste domande:

♦ Da quanto tempo sei stato assunto?

♦ Dove ti vedi fra un anno?

♦ Vorresti evolvere nell’azienda? Se sì, per che tipo di lavoro e perché?

Ovviamente, la decisione finale spetta alla tua azienda, ma parlarne con il tuo manager ti permetterà di sapere, in un primo tempo, se il progetto è possibile e realizzabile. Al contrario, il tuo manager potrà consigliarti e proporti un’alternativa per aspettare il momento in cui realizzerai il tuo progetto professionale. Se prevedi un aumento di stipendio, pensa ad avere un margine di manovra per evitare un rifiuto alla prima proposizione. Pensa a diverse possibilità, in base alla tua esperienza e alle competenze che pensi aver acquisito.

Sii pronto ad accettare le critiche

Il colloquio annuale è anche l’occasione per il tuo manager di darti i suoi riscontri riguardo al tuo lavoro nella squadra. Ascolta le sue osservazioni con attenzione. colloquio annuale, manager, responsabile, azienda, stipendio, riunione, impresa, progetto professionale, obiettivi, motivazione, assunzione, evoluzione, preparazione Anche se ricevi delle critiche negative, esse non sono dirette a te come persona ma al tuo lavoro e a come quest’ultimo potrebbe essere migliorato affinché tu e il tuo manager possiate crescere professionalmente. Preparati a ricevere delle osservazioni e a considerarle come dei punti di miglioramento. Se consideri una critica ingiustificata o senza spiegazione, parlane con il tuo manager! Si tratta di un colloquio non di un monologo. Hai dunque tutti i diritti d’intervenire e di difendere il tuo punto di vista sulla tua autovalutazione. Il colloquio annuale è dunque un momento importante nella tua carriera poiché ti permette di valutare il tuo lavoro, l’esperienza acquisita e le prospettive di evoluzione nell’azienda. Come per qualsiasi colloquio, la preparazione è fondamentale! Pensa alle domande e ai punti da sollevare con il tuo manager, il quale ti darà i suoi riscontri. Prendi nota, sii ricettivo e applica velocemente i consigli. Ciò dimostrerà al tuo manager che sai adattarti e fare un passo indietro quando serve. Infine, non dimenticare che si tratta di una conversazione, di un dialogo tra te e il tuo responsabile e dunque, in oltre ad essere preparato, il fatto di essere attento e onesto ti aiuterà ad affrontare questo colloquio annuale. giovani imprenditori, progetto, social network professionale, studenti, giovani laureati