Eur’Hope Tour – un viaggio nel cuore dell’economia positiva

Eur’Hope Tour – un viaggio nel cuore dell’economia positiva
Tre studenti del Master Entrepreneurship & Management for a positive Economy dell’università Marc Perrot di Lione (Francia), hanno deciso d’intraprendere un viaggio indimenticabile, alla ricerca di persone che applicano il concetto di economia positiva per fare del nostro mondo un posto migliore per domani. Dopo avere raccolto più di 3.000 euro grazie al Crowdfunding, Astrid, Margaux e Alexandre sono partiti per più di quattro mesi di viaggio attraverso l’Europa. Hanno previsto di visitare più di quindici paesi alla ricerca di giovani imprenditori tra i 20 e 35 anni, desiderosi di cambiare l’economia grazie al loro impegno quotidiano. Eur'Hope, startup, progetto, imprenditori, imprenditorialità, carriera, viaggiare, viaggio, passione, lavoro Dopo un solo mese di viaggio, i ragazzi hanno già visitato quattro paesi d’Europa: la Spagna, il Portogallo, il Belgio e l’Italia e intervisto circa quindici imprenditori. Ognuno di questi imprenditori lavora:
  • al miglioramento del modo in cui viviamo,
  • al rispetto dell’ambiente,
  • alla giusta distribuzione delle ricchezze create.
Un modo diverso di concepire l’economia, ma il progetto sembra interessare sempre più persone (anche in Italia!). Chiedendo a giovani imprenditori di condividere la loro esperienza, Eur’hope spera trasmettere idee innovative a chi fosse incuriosito dall’imprenditorialità e volesse lanciare la propria carriera in quest’ambito. Creare un’impresa quando si è giovani, è così difficile di quello che sembra? Le nostre esperienze personali, ma anche gli incontri che abbiamo potuto fare con degli imprenditori (giovani o no), ci hanno permesso di capire che, ovviamente, esistono degli ostacoli da oltrepassare, ma non significa che ciò sia più difficile per i giovani. Anzi, sempre più giovani si lanciano nell’avventura imprenditoriale, specialmente grazie a strutture come gli incubatori, che accompagnano i futuri imprenditori. presentazione, pubblico, conversazione, esercizio, carriera, consigli, lavoro,

Intraprendere non è così difficile, basta credere nella sua idea, trovare le risorse giuste e farsi accompagnare.

Fissare delle norme sociali e ambientali esigente da rispettare, non rende ancora più difficile il successo di un progetto imprenditoriale? L’economia positiva è solo buon senso: gestire il proprio progetto attorno alla semplicità, approvvigionandosi localmente e costruendo relazioni rispettose con attori degni di valore, non complica il proprio business, anzi è piuttosto il contrario. Questo tipo di attributo da un vero valore aggiunto sul mercato e corrisponde esattamente alle aspirazioni di tutta una nuova generazione (consumere in un modo diverso, essere felice al lavoro, rispettare l’ambiente…) Come vi sembra la dinamica dell'economia positiva in Italia, è diversa dagli altri paesi d’Europa che avete visto fino a ora? In Italia la tendenza sembra ancora emergente ma le azioni si moltiplicano velocemente e ci danno una buona speranza per il futuro. Abbiamo visitato l’Impact Hub, dove abbiamo potuto parlare con Francesca e Daniel. Sono gli imprenditori più giovani che abbiamo incontrato fin ora. Potete leggere la loro storia dettagliata sul nostro sito (ndlr: www.eurhopetour.com). E voi? Che cosa vorreste fare dopo l’università? Anche se non abbiamo un’idea precisa, una cosa è certa: Vogliamo contribuire all’economia positiva, in una struttura che rispetti i nostri valori, o come imprenditori. Margaux pensa di aprire un caffè-galleria artistico che offri prodotti locali. Astrid e Alexandre pensano di aprire un sito collaborativo per favorire l’incontro tra giovani musicisti e organizzatori di serate a domicilio. Per maggiori informazioni ritrovate Eur'Hope su : www.eurhopetour.com, o seguiteli su Facebook. giovani imprenditori, progetto, social network professionale, studenti, giovani laureati