Giorgio CEO della startup Filo: "Non abbiate paura di mettervi in gioco ogni giorno!"

Giorgio CEO della startup Filo: "Non abbiate paura di mettervi in gioco ogni giorno!"
Anche voi odiate cercare delle ora le vostre chiavi, al momento in cui ne avete assolutamente bisogno? Okay, forse esagero un po’, ma è talmente fastidioso che sembrano veramente delle ore! Portafoglio, occhiali, cellulare… c’è sempre qualcosa da ritrovare. Come sarebbe più semplice di avere un magnete che possa attirare qualsiasi cosa che non sia a portata di mano… di sicuro faciliterebbe le cose! Un’altra soluzione ci sarebbe: fare suonare l’oggetto ricercato grazie ad un piccolo dispositivo da attaccarli. Ormai è possibile, e questo grazie a 5 soci che hanno creduto nella loro idea fino in fondo, affrontando i rischi e le difficoltà per coltivare un sogno. La storia di una startup tecnologica made in Italy, ce la racconta Giorgio Sadolfo, fondatore di Filotrack! Buongiorno Giorgio e benvenuto sul Daily Wiz! Prima di tutto, può parlarci del suo percorso ? Ciao a tutti i lettori di Wizbii! Sono il CEO di Filo, ho 32 anni e sono laureato in Ingegneria Informatica. Prima di fondare Filo insieme ai miei 4 soci ero un consulente per grandi aziende ed ho avuto modo di lavorare su progetti anche per Google e Microsoft. Un bel percorso dunque! Cos’è Filo? E come funziona? Filo (acronimo di “FInd & LOcate what you care about”) è un piccolo dispositivo che ti aiuta a tenere sotto controllo tutte le tue cose, semplicemente attaccandolo agli oggetti che non vuoi perdere o dimenticare. Puoi attaccare Filo alle tue chiavi, al trolley o inserirlo nella tua borsa o nel tuo portafogli e tramite l’app saprai sempre dove sono. Filo è un prodotto completamente progettato e realizzato in Italia al fine di mantenere elevati standard di qualità. filo, app, startup, Italia, tecnologia, imprenditore, innovazione, impresa, business, idee Al livello tecnico, come fa Filo per sapere esattamente la posizione dell’oggetto ricercato? Filo comunica con il tuo smartphone tramite l’ultima tecnologia Bluetooth Low Energy (BLE 4.0). Il funzionamento di Filo è semplice e immediato. E’ sufficiente attaccare Filo a ciò che per te è importante e tramite l’app potrai: 1. TROVARE IL TUO FILO 
e verificare la distanza dai tuoi oggetti. 3.CONTROLLARE SULLA MAPPA 
nell’app l’ultima posizione dei tuoi Filo registrata tramite il gps del tuo smartphone. 2. FAR SUONARE FILO
 per ritrovare più velocemente le tue cose. 4.ATTIVARE LA COMFORT ZONE
 e ricevere una notifica nell’app ogni volta
che Filo esce al di fuori del raggio Bluetooth (prossimo rilascio) filo, app, startup, Italia, tecnologia, imprenditore, innovazione, impresa, business, idee Com’è nata quest’idea? Che ci crediate o no, Filo è nato su un campo da Rugby. Tutti noi soci fondatori abbiamo partecipato all’edizione di Innovaction Lab 2014, un percorso che insegna ai partecipanti selezionati le basi per costruire la propria startup, un modello di business sostenibile e come presentare il tutto ad una platea di investitori professionisti. Il primo seminario a cui abbiamo preso parte si è svolto su un campo da Rugby ed aveva come oggetto il team building. E’ lì che noi soci ci siamo conosciuti! Nello specifico, invece, l’idea di Filo è nata quando ho raccontato a loro uno spiacevole episodio che mi capitò quell’estate con mia figlia. La piccola Angelica stava giocando sul bagnasciuga ed io le stavo scattando qualche foto. Mi sono girato per riporre il telefono sotto l’ombrellone e un attimo dopo la piccola Angelica sembrava sparita. Da lì l’esigenza: quanto sarebbe utile un device che ci aiuti ad avere sempre accanto ciò che per noi è importante? filo, app, startup, Italia, tecnologia, imprenditore, innovazione, impresa, business, idee Si, in effetti questo genere di situazione mostra a che punto un prodotto come Filo sia importante! Io per esempio non ritrovo mai le chiavi in borsa... Filo mi sarebbe molto utile! Ma a chi è destinato inizialmente? Qual è il suo target? Filo è un prodotto per tutti. A chi di noi non è mai capitato di perdere qualcosa o di dimenticare il portafoglio o lo zaino prima di partire? In ogni caso oggi Filo è avvertito come un accessorio di alta qualità ed è molto apprezzato da chi è legato al tema del Made in Italy, al Design e alla tecnologia. L’idea è proprio innovativa e nuova sul mercato. Ciononostante, molte altre aziende propongono oggetti simili (soprattutto al livello europeo, per esempio in Francia abbiamo Wistiki. Come vi distinguete dunque dalla concorrenza? Il mercato dei tracking device è un mercato dinamico, che cambia velocemente e che presenta molti competitor. Per questo motivo in Filo abbiamo deciso di investire continuamente nello sviluppo del prodotto. Rispetto a gran parte dei nostri competitor, Filo ha una batteria sostituibile che dura fino ad un anno ed ha un pulsante con cui far suonare lo smartphone ed in futuro, perché no, permettere di eseguire altre azioni. È molto interessante e deve piacere molto vero? Si! I nostri clienti apprezzano i nostri sforzi e cerchiamo sempre di avere un rapporto 1:1 con loro anche se iniziano ad essere tanti e non sempre riusciamo a farlo. Ad oggi Filo è una startup e un prodotto che viene apprezzato anche fuori dall’Italia. Proprio a Gennaio siamo stati al CES 2016 di Las Vegas in quanto Qualcomm (principale produttore mondiale di processori per smarpthone come Microsoft, Samsung, LG ecc.) ci ha selezionato come best case nell’utilizzo della loro tecnologia nel mercato dei tracking device. filo, app, startup, Italia, tecnologia, imprenditore, innovazione, impresa, business, idee Congratulazioni! Deve essere stato molto emozionante! E qual è il suo business modello ? Il nostro modello è piuttosto intuitivo. Vendiamo Filo a clienti finali (B2C). Filo è anche un apprezzatissimo coporate gift personalizzabile che le aziende scelgono come regalo per stupire i loro clienti / dipendenti. Ad oggi abbiamo lavorato con aziende com Groupon, Kaspersky, Rai Cinema, Accenture e tante altre che hanno scelto di personalizzare Filo con i loro colori e/o logo aziendale. filo, app, startup, Italia, tecnologia, imprenditore, innovazione, impresa, business, idee Mhmm questo interesserà di sicuro Wizbii ;) All'inizio non deve essere stato facile trovare finanziamenti per sviluppare il progetto... Come si è finanziato dunque? Filo ha ricevuto un primo micro-seed di €60K da parte di Lventure Group, selezionando la startup per il programma di accelerazione presso Luiss Enlabs. A Ottobre 2015 abbiamo poi concluso un secondo round di €500K a seguito dell’ingresso di nuovi strategici investitori. Di quante persone è composto il suo team? Siete sul punto di crescere ? Siamo partiti in 5 ed oggi siamo circa in 15 persone che lavorano full-committed in Filo. Inoltre continuiamo ad assumere, qui trovate le posizioni aperte, in alternativa potete contattarci per presentarvi! filo, app, startup, Italia, tecnologia, imprenditore, innovazione, impresa, business, idee Quali sono gli obiettivi per il futuro? Le prossime tappe per sviluppare la start-up? L’obiettivo per il futuro è quello di crescere a ritmi ancora più veloci degli attuali e di arrivare anche in Europa aggredendola come stiamo facendo in Italia. Inoltre stiamo pianificando nuovi prodotti che contiamo rivoluzioneranno ancora di più questo mercato. Grandi progetti dunque! Aspettiamo con impazienza Filo anche in Francia ;) E riguardo il settore imprenditoriale, secondo lei, quali sono i vantaggi a essere imprenditore? Gli inconvenienti? Essere imprenditore comporta dei rischi che ognuno di noi si è preso scegliendo di fondare Filo. 3 dei 5 soci hanno lasciato il proprio lavoro a tempo indeterminato per coltivare un piccolo / grande sogno. Il ritorno sull’investimento non è mai certo, ma il bagaglio di esperienza acquisito e la crescita personale ottenuta nel lavorare con gli altri creando qualcosa dal nulla è già una grandissima conquista. filo, app, startup, Italia, tecnologia, imprenditore, innovazione, impresa, business, idee Ha perfettamente ragione! Infine, quali sono i suoi consigli per giovani imprenditori che vorrebbero lanciarsi ? Il primo consiglio che mi sento di dare è relativo alla tenacia: Non abbiate paura di mettervi in gioco ogni giorno; come disse qualcuno ascoltate consiglio da ogni persona che sia saggia, ma ricordate che la startup è vostra per cui l’ultima decisione deve essere la vostra. Il secondo consiglio è non andare a cercare fuori ciò che in Italia è ancora possibile creare. Tanti pensano alla Silicon Valley e sono certi che solo li si riesca a far impresa, di fatto quello che noi oggi viviamo è cambiamento importante ed il Bel Paese è sempre più pronto ad accogliere nuovi talenti, per cui partite pure da qui, ma non fermatevi, puntate in alto. Si, in effetti, c'è ancora molto da scoprire in Italia, e poi è un bellissimo paese e noi aiutiamo giustamente questi nuovi talenti a fare conoscere il loro progetto :) Grazie Giorgio per averci fatto conoscere Filo, un'innovazione  italiana (per non perdere mai più le chiavi ;) ).  Avete anche voi delle idee di startup e volete condividerle con i lettori del Daily Wiz ? Contattateci ! In più, saremo felici di aiutarvi a ottenere visibilità grazie ad uno spazio personale per il vostro progetto su Wizbii giovani imprenditori, progetto, social network professionale, studenti, giovani laureati