Lettera di raccomandazione: perché è importante e come chiederne una?

Lettera di raccomandazione: perché è importante e come chiederne una?
Sappiamo tutti a che punto sia difficile, oggigiorno, trovare il lavoro ideale, senza parlare del numero di CV e lettere di presentazione da mandare prima di essere assunti! Riceviamo un sacco di consigli sulla presentazione e il contenuto di un CV o di una lettera di presentazione, al punto di dimenticarne l’essenziale: esistono altri modi, ugualmente efficaci e importanti per essere assunti, come la lettera di raccomandazione o le referenze sui social networks professionali. Carole Avelines di StudentJob vi condivide tutti i suoi consigli.

Lettera di raccomandazione: riepilogo

Cos'è una lettera di raccomandazione ?

La lettera di raccomandazione non deve essere scambiata con la lettera di presentazione (quella, la conosciamo bene…), anche se entrambe hanno quasi lo stesso obiettivo, cioè convincere il reclutatore che siete la persona adatta a questo lavoro. Si tratta, in effetti, di presentare al vostro lettore una sintesi delle vostre principali qualità personali e competenze professionali. L’unica differenza con la lettera di presentazione sta nella redazione: non siete voi a scriverla ma, di solito, il vostro ex datore di lavoro. Abituatevi dunque a chiedere una lettera di raccomandazione al vostro datore, alla fine del vostro impiego, se tutto è andato per il meglio ovviamente! lettera di raccomandazione, lavoro, carriera, job, impiego, reclutamento reclutatori, assunzione, offerta di lavoro Contenuto della lettera di raccomandazione L’autore della lettera di raccomandazione, che sia il vostro capo o responsabile del servizio, deve innanzitutto spiegare il suo legame professionale e gerarchico con la persona raccomandata. In seguito, esporrà le qualità umane e professionali che avete fornito cosi come il valore aggiunto che avete portato all’azienda. Tutte queste competenze devono ovviamente essere collegate alle qualità richieste per l’impiego desiderato. L’obiettivo della lettera di raccomandazione è dunque di mettere in rapporto le competenze dimostrate nei precedenti impieghi e quelle richieste per il vostro futuro lavoro. Per proporre una buona lettera di raccomandazione è dunque importante usare dei termini precisi e concreti per descrivere la persona, come “efficace”, “creativo”, “atteggiamento propositivo” ed evitare concetti vaghi come “buono”, “bravo”, “attivo”. Infine, la lettera di raccomandazione, che sia manoscritta o scritta al computer, deve avere lo stesso formato della lettera di presentazione, cioè non sorpassare una pagina ed essere per forza firmata dall’autore. Quest’ultimo deve lasciare il suo contattato alla fine della lettera per essere raggiungibile da potenziali reclutatori. Il timbro dell’azienda vicino alla firma non è obbligatorio ma sempre meglio in una lettera di raccomandazione. lettera di raccomandazione, lavoro, carriera, job, impiego, reclutamento reclutatori, assunzione, offerta di lavoro Perché è importante farsi raccomandare ? È vero che inviare un CV con una lettera di presentazione può essere sufficiente per certe aziende, allora perché è cosi importante avere una lettera di raccomandazione? La risposta è molto semplice: la lettera di raccomandazione è considerata dai reclutatori, in un certo modo, come “la ciliegina sulla torta”. Vi permetterà di distinguervi da altri candidati per posti simili o per essere assunto in certe aziende. Ciononostante, la lettera di raccomandazione non è obbligatoria per candidarsi a un lavoro. Infatti, è ormai molto facile per i reclutatori chiamare i vostri ex datori o visitare i vostri profili social networks personali e professionali (principalmente Linkedin) per verificare le vostre competenze. Hanno anche accesso alle raccomandazioni in linea che appaiono sul vostro profilo per esempio. Sappiate dunque identificare le situazioni nelle quali la lettera di raccomandazione sarà veramente efficace, e inversamente: in generale una lettera di raccomandazione ben scritta è sempre un segno di attendibilità e di affidabilità per i reclutatori. lettera di raccomandazione, lavoro, carriera, job, impiego, reclutamento reclutatori, assunzione, offerta di lavoro Come chiedere una lettera di raccomandazione? Innanzitutto, la prima domanda da farsi è: a chi chiedere una lettera di raccomandazione? In questo caso, il vostro superiore diretto è la persona la più adatta per presentare le vostre competenze e contributi professionali, sapendo che siete stati sotto i suoi ordini. Tuttavia, niente vi impedisce di chiedere una raccomandazione al direttore generale dell’azienda se ha avuto l’occasione di lavorare con voi. Provate a favorire le persone che hanno delle competenze e una perizia vicine a quelle aspettate nel vostro futuro impiego. Ora, come chiedere una lettera di raccomandazione al suo datore? Se siete in buoni termini, potete semplicemente mandarli una richiesta scrivendo per esempio, “Pensa avere abbastanza informazioni sul mio precedente lavoro per raccomandarmi al mio futuro datore?”. Chiedete all’autore della lettera di concentrarsi sulle competenze chiavi e di non disperdersi. Una volta scritta la lettera, non dimenticatevi di ringraziare l’autore per il suo prezioso aiuto, di voce, per telefono e via mail. V’incoraggiamo seriamente a tenerlo informato dell’evoluzione della vostra carriera professionale, questo gesto vi permetterà poi di contattarlo di nuovo in caso di necessità. E i social networks professionali? Come ottenere una raccomandazione su Linkedin? Siete presenti su Wizbii e Linkedin per sviluppare la vostra rete professionale (se non è ancora fatto, è ora di mettervi all’opera ;) ). Queste piattaforme vi permettono di creare un’identità digitale professionale. Quest’identità digitale è primordiale oggi giorno poiché vi permette di essere registrato dai robot di Google e di apparire nei risultati di ricerca quando i reclutatori vi cercano su Google. Oltre a questo, questi networks permettono di presentare il vostro percorso professionale nei minimi dettagli (esperienze professionali, istruzione, esami, progetti, associazioni, competenze…). lettera di raccomandazione, lavoro, carriera, job, impiego, reclutamento reclutatori, assunzione, offerta di lavoro A caccia di raccomandazioni ed etichette Dopo avere completato il vostro profilo, dovrete andare a caccia di raccomandazioni nei vostri contatti per valorizzare le vostre competenze. Come per la lettera di raccomandazione, il principio è uguale, dovrete andarle a chiedere ai vostri ex colleghi di lavoro o datori (di stage, d’impiego o di progetto di scuola/ università). È meglio combinare raccomandazioni “testi” lettera di raccomandazione, lavoro, carriera, job, impiego, reclutamento reclutatori, assunzione, offerta di lavoro e raccomandazioni di competenze nel formato seguente: Capture d’écran 2016-03-08 à 20.34.50   Quest’ultime sono più semplici a ottenere poiché serve un solo clic da parte dell’utente per pubblicarla. Ora tocca a voi! E soprattutto non dimenticatevi di rimanere professionali, qualunque siano le pratiche che imprendete sul vostro percorso di vita professionale. giovani imprenditori, progetto, social network professionale, studenti, giovani laureati