Personal Branding Online: strategie e casi di successo sul web

Personal Branding Online: strategie e casi di successo sul web

Articolo scritto da Simone Pietro Barbone, founder di Lavora con Noi Italia

personal branding online, carriera, lavoro, job, impiego, consigli, social media, e reputation

Personal branding online: sembrano tre parolone da marketing spinto… Parole dello stesso tipo di quelle usate da guru di ogni tipo alla “so tutto io”. Ho una notizia da darti: di personal branding non so una cippa, ma posso raccontarti le mie esperienze… E condividere quelle di chi è arrivato al successo costruendo un brand personale sul web. Prima di partire, però, ho un’altra notizia, che forse conosci già, ma è meglio ribadirla. Siamo nell’era dell’immagine, dove per avere maggiori probabilità di trovare lavoro, successo e risultati, è necessario curare la propria immagine personale e, quindi, il proprio brand. Per l’immagine, non intendo solo quella a livello di stile, moda, capigliatura, forma fisica. Per questo tipo di immagine, ti rimando a blog di personal shopper, fashion blogger, hair stylist, ecc. Qui, oggi, ci occupiamo di immagine online e di cosa possiamo fare per migliorarla. Lo facciamo analizzando alcune strategie importanti e scoprendo alcuni casi di successo del web. Alla fine troverai anche un’interessante infografica visuale per scoprire altri consigli utili di personal branding…

Definisci gli obiettivi della tua comunicazione!

Quale lavoro vuoi fare? Qual è il tuo obiettivo di carriera?

Parte tutto dalla pianificazione dei tuoi obiettivi, di chi vuoi essere e di cosa vuoi fare! Se vuoi che i recruiter ti contattino per fare lo sviluppatore di applicazioni mobile, è inutile che su Linkedin risulti come un generico specialista IT.

Definisci il tuo ruolo, il tuo settore, il tuo target di riferimento.

personal branding online, carriera, lavoro, job, impiego, consigli, social media, e reputation

Una volta definito l’obiettivo, definisci anche il tuo stile di comunicazione: usa sempre le parole chiave e il linguaggio coerenti con il tuo obiettivo di carriera. Per esempio, quando anni fa lavoravo in un’azienda italiana nel marketing digitale (ruolo e settore), la mia aspirazione era di fare esperienza all’estero, per un’azienda del settore comunicazione digitale (target). Per questo motivo, tutti i miei profili social erano “descritti” con un linguaggio e con delle parole chiave coerenti, che evidenziavano le mie qualità nel settore del marketing digitale, la mia conoscenza e ovviamente erano in inglese (stile di comunicazione). Uno dei social network su cui avevo fatto un lavoro più accurato era Linkedin, il social network professionale per eccellenza. Grazie a questo, un recruiter di Google a Dublino, mi trovò e mi inviò un messaggio via Linkedin proponendomi un colloquio per una posizione di marketing digitale a Dublino. Incredibile che mi sia capitato, visto che di solito sono i candidati che cercano le posizioni a cui inviare il CV tramite il portale carriere di Google. Eppure era accaduto: sono sicuro, che se non avessi definito i miei obiettivi e curato il mio profilo in quel modo, non avrei mai ricevuto quel messaggio…

L’occhio vuole la sua parte: cura l’immagine

Inutile fare gli ipocriti: il bello è sempre apprezzato nel mondo. È universale. Il bello è apprezzato nell’arte e nella moda, nella natura e nel lavoro. L’immagine visiva che comunichiamo online è una caratteristica che va considerata e sarebbe un grave rischio trascurarla. Un recruiter professionale non dovrebbe fare la differenza in base all’estetica? Sì vero, ma siamo esseri umani, non robot, e abbiamo delle emozioni quando vediamo qualcosa. Un’immagine scura e di pessima qualità potrebbe infastidire o mandare delle emozioni negative. Un’immagine chiara, luminosa, di buona qualità e professionale, invece, può rilasciare un’emozione positiva. personal branding online, carriera, lavoro, job, impiego, consigli, social media, e reputation Ora vorrei proprio sapere quanti recruiter nella loro vita hanno sempre agito come robot, senza mai provare alcuna reazione alla vista del classico esempio di immagine: la foto del curriculum?

Fatti notare: crea il tuo brand!

Se chiedessi a Seth Godin come fare al meglio personal branding e come trovare lavoro, lui ti direbbe di diventare una “mucca viola”.

Be remarkable! Distinguiti dagli altri, renditi degno di nota.

Non essere anonimo, fai qualcosa di originale, che non ancora si è visto online, su cui puoi metterci il tuo marchio. Sfrutta i canali più innovativi, dove puoi trovare meno concorrenza e un mercato in crescita esponenziale. Snapchat e Instagram, sono due esempi di social network più in crescita negli ultimi 2 anni. L’importante però è seguire la tua passione, non perché è la solita frase fatta che sta bene da dire e che avrai già letto un milione di volte, ma perché se crei qualcosa di tuo, allora dovrai seguire ciò che ami e che sai fare, altrimenti non lo sentirai mai davvero tuo… Insomma, NON copiare quello che già esiste, NON fare le stesse cose che fanno altri anche se hanno successo. Piuttosto imita, ma prendi la tua strada, seguendo il tuo istinto e la tua passione, creando un brand che senti tuo, originale, distinto dagli altri. Crea qualcosa di tuo e racconta le tue esperienze, le tue passioni, i tuoi lavori, le tue storie. personal branding online, carriera, lavoro, job, impiego, consigli, social media, e reputation Sì tante parole belle, ma come si fa a mettere in pratica tutto ciò? Ecco alcuni esempi pratici da cui prendere spunto…

Esempi concreti e casi di successo di personal branding online

Adam Pacitti anni fa era disoccupato, a corto di soldi, ma non a corto di idee. Acquistando un cartellone pubblicitario e creando un sito web (www.employadam.com) ha ricevuto circa 60 offerte di lavoro in pochi giorni da imprenditori che hanno visto il suo lavoro. Sul cartellone c’era semplicemente scritto: “Ho speso i miei ultimi 500 dollari per questo cartellone pubblicitario. Per piacere, datemi un lavoro. EmployAdam.com”. E’ un esempio perfetto di originalità: secondo te, Adam avrebbe mai ricevuto 60 offerte lavoro in pochi giorni, se avesse inviato il solito CV uguale agli altri? personal branding online, carriera, lavoro, job, impiego, consigli, social media, e reputation Dario Vignali è un esempio di successo a livello di definizione degli obiettivi, di originalità e di cura dell’immagine online, oltre che di professionalità e di iniziativa imprenditoriale. Giovanissimo, è già diventato uno dei blogger di maggior successo in Italia nel settore del marketing digitale, grazie al suo blog DarioVignali.net, avendo collaborato con aziende che di marketing ne sanno parecchio, come Coca Cola, senza aver mai lavorato come dipendente per agenzie creative e di marketing. Ci è riuscito perché ha seguito la propria passione, ha chiamato il suo blog con il proprio nome, identificando un brand originale, distinguendosi da tanti altri blog che parlano degli stessi argomenti, ma in modo anonimo. Dario, quando scrive articoli o crea dei servizi, ci mette sempre del suo, raccontando le proprie esperienze e le proprie storie e avventure nel lavoro, in modo personale: in altri termini, ci mette sempre la faccia! E per riprendere il concetto di immagine, Dario usa molto bene design, grafica, fotografie e immagini di alta qualità, ben consapevole di fornire un forte impatto positivo a livello di personal branding online. Passando a esempi al femminile, non possiamo non citare Youtuber come Clio Make-Up, che ha sfruttato una sua passione e il fatto di essere “pioniera” nei video tutorial di make-up in Italia. Lei era in America quando ha scoperto che i primi Youtuber americani della storia diventavano veri e propri V.I.P. che guadagnavano soldi e fama grazie alla condivisione della propria passione con video personali. Così ha deciso di provare, facendo dei video in italiano, per l’Italia: in questo modo, si è distinta fin da subito e grazie alla passione per ciò che fa, è riuscita ad ottenere milioni di fan e un business molto proficuo. Infine, lascio un’infografica molto carina di sestyle.it che ha individuato 9 semplici step per creare una strategia efficace di personal branding, sia online che offline. personal branding online, carriera, lavoro, job, impiego, consigli, social media, e reputation