Reveyé: "Se non fossimo così pazzi da amare quello che facciamo non saremmo arrivati fino a qui!"

Reveyé: "Se non fossimo così pazzi da amare quello che facciamo non saremmo arrivati fino a qui!"
Quando ci si lancia in un progetto imprenditoriale, all'inizio si ha sempre un po' paura e non si sa da dove cominciare. Per fortuna, se si ha la passione, si può realizzare i propri sogni e fare qualcosa in cui si crede veramente! Così è stato per i quattro amici e fondatori della startup Reveyé. Insieme, sono riusciti a farsi un posto nel settore concorrenziale della moda e a creare un concetto innovativo. Ce lo spiegano oggi nella loro intervista!  Buongiorno ragazzi! Prima di tutto, potete parlarci del vostro percorso? Siamo 4 soci con esperienze molto diverse:

♦ Mattia Cappetta, designer, 21 anni, studente di Fashion Design all’Istituto Moda Burgo di Milano.

♦ Marco (Laureato in Economia e Commercio alla Cattolica di Milano) e Andrea Mantuano (Laureato in Art Direction e Graphic Design alla NABA di Milano) i nostri gemellini, 31 anni, hanno fondato Tratti Unici, un’agenzia di comunicazione a cui, tra le altre cose, è affidata la realizzazione del sito web e del design aziendale di Reveyé.

♦ Viviana Viviani, 29 anni, laureata in lingue alla Cattolica di Milano. Lavora in un’azienda di spedizioni internazionali dove gestisce il prodotto aereo nell’ambito import-export.

Reveyé, startup, moda, abbigliamento, ragazzi, giovani talenti, passione, progetto, qualità, talento, impegno, lavoro, carriera In effetti avete delle esperienze diverse, ma è una buona cosa! E insieme avete creato Reveyé. Puoi parlarcene un po' di più? Cos’è? E a chi è destinato? Reveyé è un nuovo marchio di abbigliamento innovativo dal punto di vista concettuale. Abbiamo unito la passione per la moda all’amore per gli animali e al rispetto per le persone ed è per questo motivo che abbiamo scelto di essere Animal Free e di produrre i capi totalmente in Italia, in un’azienda con un’esperienza nel settore di oltre 20 anni. Tutta la nostra filosofia si fonda sul rispetto di ogni tipo, rispetto per il pianeta e gli animali, rispetto per il lavoro, rispetto per le persone e per i nostri clienti. Tutto segue il principio della trasparenza. A partire dalle materie prime di altissimo livello e senza nessun elemento di origine animale. Non utilizziamo lana, seta, pelle e pelliccia. La produzione dei capi è di altissima qualità, perché crediamo nella sartorialità che ha contraddistinto il nostro Paese, e siamo convinti che sia il momento di valorizzarla come si faceva una volta. Reveyé, startup, moda, abbigliamento, ragazzi, giovani talenti, passione, progetto, qualità, talento, impegno, lavoro, carriera Sono perfettamente d'accordo e la vostra iniziativa è notevole, complimenti! Cosa vi ha convinti a lanciarvi in quest'avventura? Com’è nata questa idea? L’idea è venuta a Marco, Andrea ed io (Viviana) abbiamo iniziato con lui questa avventura inizialmente per gioco. L’amore per gli animali e la convinzione di voler portare avanti con coerenza ogni scelta ci ha portato a prendere la decisione di creare una linea di abbigliamento basata sul rispetto, che fosse completamente priva di materiali di origine animale, che venisse realizzata interamente in Italia e con grande attenzione al dettaglio e alla qualità in ogni momento del processo produttivo. È un'ottima iniziativa e penso che molta gente approvi la vostra scelta. Lavorare nel settore della moda è sempre stato il vostro sogno? Avevate altri progetti in mente? Al di là di Marco e Mattia che sono da sempre appassionati di moda io e Andrea non avevamo mai immaginato di basare la nostra vita sul fashion, ma la passione per questo mondo sta invadendo le nostre vite e ormai siamo tutti focalizzati 24 ore su 24 su questo progetto. [Tweet "Tutta la nostra filosofia si fonda sul rispetto e sulla trasparenza. "] Reveyé, startup, moda, abbigliamento, ragazzi, giovani talenti, passione, progetto, qualità, talento, impegno, lavoro, carriera Avete avuto delle difficoltà a creare la startup? Come siete riusciti a lanciarvi? Avete avuto un aiuto finanziario? Come per tutte le startup credo che le difficoltà non manchino. Prima di tutto abbiamo investito su noi stessi e sulla nostra convinzione, siamo stati i primi a mettere mano ai nostri risparmi per dare vita al progetto. Abbiamo anche fatto una richiesta di finanziamento alla banca ora che gli investimenti necessari per continuare iniziano a diventare sempre più consistenti. Avendo partecipato al progetto “The Startup Training” organizzato dalla Bocconi di Milano e per il quale siamo stati scelti insieme ad altre startup a inizio anno, abbiamo avuto l’opportunità di provare a presentare il progetto durante un evento che sarà organizzato per novembre. Presenteremo dunque il progetto a una platea di investitori e business angels il 22 novembre! Congratulazioni :) Il settore della moda è molto concorrenziale. Come riuscite a distinguervi dai vostri eventuali concorrenti? Che cosa rende Reveyé così unico e speciale? Il nostro elemento distintivo è la decisione di realizzare le nostre collezioni interamente in Italia, con attenzione non solo alla qualità e ai dettagli sartoriali degli abiti, ma anche alla provenienza di tessuti e accessori, che non sono mai di origine animale. Abbiamo ottenuto la certificazione della LAV e la certificazione PETA con il massimo livello di rating etico proprio perché le nostre linee sono totalmente Animal Free. Reveyé, startup, moda, abbigliamento, ragazzi, giovani talenti, passione, progetto, qualità, talento, impegno, lavoro, carriera La nostra idea è di proporre un’alternativa di qualità che tenga conto di tutti gli aspetti del prodotto, dalla scelta del tessuto alla sartorialità. Tutto questo è stato proposto in un’epoca di presa di coscienza, perché le persone cercano qualcosa di vero, che possa in qualche modo valorizzare le scelte fatte. Secondo voi, che ruolo gioca la passione oggi nel lavoro? E nel settore della moda? Si può vivere della propria passione? È quello a cui puntiamo! Senza passione non potremmo portare avanti questo progetto, con tutti i problemi che abbiamo affrontato e che continuiamo ad affrontare. In effetti se non fossimo così pazzi da amare quello che facciamo non saremmo arrivati fino a qui, e abbiamo ancora tantissima strada, tutta in salita. Forse è per questo che molte idee non vengono portate avanti, perché a volte ci vuole quel pizzico di pazzia, quella visione di cambiamento che vorremmo lasciare. In fondo la nostra è un’idea di business, ma le motivazioni che ci spingono ad andare avanti vanno oltre. [Tweet "La moda non è mai ferma, è espressione di noi! "] Reveyé, startup, moda, abbigliamento, ragazzi, giovani talenti, passione, progetto, qualità, talento, impegno, lavoro, carriera Sono d'accord ed è una bella motivazione! E riguardo al team, siete solo voi quattro o ci sono anche altre persone? Siete sul punto di crescere? La società è composta da noi quattro ma naturalmente ci sono molte persone che collaborano con noi, dal copy al commerciale, al produttore, l’esperienza di tutte le persone con cui abbiamo avuto modo di lavorare è stata e sarà per noi una nave scuola che ci aiuterà a correggere e migliorare il tiro. Quali sono i futuri progetti per sviluppare la startup? Il progetto parte con una collezione donna, presentata il 25 settembre con una sfilata al Mib di Milano e organizzata da Business in Fashion, con cui abbiamo ottenuto anche un contratto per la presenza in showroom. Ovviamente siamo agli inizi, bisogna far conoscere il brand e consolidare il mercato donna. La nostra idea, ovviamente, non è fermarci qui, vogliamo estendere Reveyé, farlo diventare una scelta di tutti, e lo faremo estendendo le collezioni con l’uomo e il bambino. Grandi progetti dunque! Seconde voi, quali sono i vantaggi a essere imprenditori nella moda? Gli inconvenienti? E stato facile sviluppare il progetto? Il più grande vantaggio è essere sempre circondati dal bello, dalla novità, la moda non è mai ferma. La moda è espressione di noi, avere l’onore di poter essere portavoce di come le persone vogliono essere percepite è sicuramente qualcosa che affascina. E questo è anche il rovescio della medaglia, bisogna continuare a correre e allo stesso tempo stare attenti a tutto ciò che ci circonda, captare qualsiasi movimento e aggiornarsi instancabilmente. Reveyé, startup, moda, abbigliamento, ragazzi, giovani talenti, passione, progetto, qualità, talento, impegno, lavoro, carriera È stato molto difficile sviluppare il progetto proprio perché è un ambiente estremamente competitivo e anche molto “chiuso”. Ma fortunatamente abbiamo avuto la fortuna di fare incontri decisivi e importanti grazie ai quali siamo riusciti a portare avanti il nostro lavoro. Infine, quali sono i vostri consigli per i giovani che vorrebbero lavorare nella moda? Passione, passione, passione. E non farsi sopraffare dalla paura, bisogna diventare più coraggiosi di quanto si possa pensare di essere. Grazie ragazzi per averci condiviso la vostra esperienza di giovani imprenditori e per averci fatto conoscere Reveyé, la linea di abbigliamento completamente Animal Free! Vi auguriamo una buona fortuna nella prosecuzione del vostro progetto! Ritrovate tutte le attualità del brand sulla sua pagina Facebook.  Se volete anche voi condividere la storia della vostra startup, contattateci! Saremo felici di farla conoscere ai lettori del Daily Wiz :) giovani imprenditori, progetto, social network professionale, studenti, giovani laureati