Ritorno in ufficio: 5 consigli per affrontare il rientro dalle vacanze e la ripresa del lavoro

Ritorno in ufficio: 5 consigli per affrontare il rientro dalle vacanze e la ripresa del lavoro
Andare in vacanza è fantastico, tornare in ufficio è più difficile. La mente ancora in spiaggia, è piuttosto complicato riprendere il lavoro come se nulla fosse. Non tutti riescono a organizzarsi per riprendere dove erano rimasti. Per fortuna, Wizbii è qui per aiutarvi a tornare in ufficio in buone condizioni e gestire il jet lag delle vacanze!

Il risveglio del lunedì mattina

Quant’è complicato svegliarsi alle 7, dopo due settimane a dormire tanto la mattina e andare a letto tardi. Sì, le vacanze sono fatte per divertirsi e approfittarne, ed è normale! Ma ritrovare i ritmi giusti non è così semplice. Dovrete ritrovare i ritmi a mano a mano e non accontentarvi di un risveglio mattutino per ritrovare il giusto equilibrio. Può darsi che il vostro caffè sia super potente, ma farete meno i furbi durante la riunione delle 8, quando dovrete presentare il lavoro della settimana. ripresa lavoro, vacanze, ritorno ufficio, sonno, stanchezza, ritmo, azienda, colleghi, ferie, organizzazione, liste, compiti Il nostro consiglio: detto così, sembra un po’ da vecchi, ma provate ad andare a letto presto, al meno il giorno della ripresa e la prima settimana. Abituerete il vostro corpo a ritrovare i ritmi giusti, andando a letto presto e dormendo almeno sette ore complete. E poi, per le serate un po’ più lunghe c’è sempre il weekend!

Piccolo riassunto

Le fotocopie e l’articolo della settimana possono aspettare, non finirete tutto la mattina del vostro rientro. Ammazzarvi di lavoro la prima settimana come se tutto dovesse essere finito in una giornata, non vi permetterà di recuperare le due settimane di vacanze, al contrario avrete molta più difficoltà a organizzarvi. [Tweet "Non serve a niente buttarsi a capofitto nel lavoro. "] Il nostro consiglio: ricordatevi tutto quello che avete fatto prima di partire in ferie, elencando i compiti, le attività e i progetti che vi sono stati affidati prima della vostra partenza. Questa retrospettiva vi permetterà di ricordarvi dove ne eravate rimasti esattamente e come dovreste organizzare il vostro lavoro per riprendere le attività nell’ordine (e non precipitosamente senza valutarne le priorità). Per questo, fate attenzione alle date e alle dead line. Un cliente aspetta il suo progetto per il mese di settembre ma non è l’ultima cosa che avete gestito? Non fa niente, è una priorità, il resto può aspettare. È solo un esempio, ma fare una lista delle ultime missioni può aiutarvi a riprendere il lavoro efficacemente.

Riprendere contatto

Non dimenticatevi anche di riprendere contatto con i clienti, partner e/o fornitori a chi avete annunciato le vostre ferie due settimane fa. Saranno felicissimi di sapere che siete tornati dalle vacanze in piena forma per occuparvi di loro ;) Più seriamente, vi permetterà innanzitutto d’informarli del vostro rientro (è il minimo), ma anche di recuperare i progetti in corso. ripresa lavoro, vacanze, ritorno ufficio, sonno, stanchezza, ritmo, azienda, colleghi, ferie, organizzazione, liste, compiti, contatto, clienti Non esitate a fare delle domande sul lavoro in corso:
  • Hanno scambiato con un vostro collega mentre eravate in ferie?
  • È andato tutto bene?
  • Hanno delle domande / dei suggerimenti riguardo al lavoro?
  • Potete aiutarli in qualsiasi modo prima di proseguire insieme?
Queste domande vi permetteranno di fare il punto prima di riprendere il lavoro.

Rivedere i colleghi

Non c’è solo il lavoro solitario in ufficio, ci sono anche i colleghi con chi si lavora (quasi) quotidianamente. Come per i clienti, dovete informarli del vostro rientro e sapere le ultime attualità dell’azienda, dimostrando così il vostro impegno:
  • Che cosa è successo professionalmente durante la vostra assenza?
  • Come stanno i vostri colleghi?
  • Come hanno trascorso le ferie?
  • Su quali progetti stanno lavorando al momento?
  • È prevista una riunione?
ripresa lavoro, vacanze, ritorno ufficio, sonno, stanchezza, ritmo, azienda, colleghi, ferie, organizzazione, liste, compiti, clienti, contatto L’ambiente di lavoro e i rapporti con i colleghi sono molto importanti e non devono essere trascurati, soprattutto dopo un’assenza di qualche settimana. Dovrete sicuramente sottoporvi alle domande di tutti, riguardo alle vostre vacanze, le vostre attività, con chi siete usciti, ecc., almeno una decina di volte (passando da un racconto di venti minuti a un semplice “sì, è stato bello” infastidito e frustrato), ma sarete comunque contenti di rivedere le persone con chi condividete abbastanza tempo. [Tweet "Inutile rimettersi subito al lavoro e senza interruzione."]

Fare pause regolarmente

Per il momento siete ancora convinti che, una volta tornati, non avrete nessuna difficoltà a passare dalle giornate sdraio / libri / cocktails alle riunioni / mail / missioni / progetti dell’ufficio. Ma vi renderete presto conto, dopo due ore non stop a lavorare, che al vostro cervello piaceva molto il ritmo più tranquillo durante il quale, la principale difficoltà era di sapere che libro doveste leggere oggi. Sì, le vacanze sono fatte per risposarsi e staccare un po’ dal lavoro, e alcuni ce la fanno benissimo. Il più difficile è la ripresa del lavororipresa lavoro, vacanze, ritorno ufficio, sonno, stanchezza, ritmo, azienda, colleghi, ferie, organizzazione, liste, compiti, pause Il nostro consiglio: Inutile rimettersi subito al lavoro e senza interruzione. La vostra mente e il vostro corpo avranno molta difficoltà a seguire, soprattutto nei primi giorni. Fare delle pause non è improduttivo, né una perdita di tempo, al contrario! Indicate semplicemente al vostro cervello che deve riabituarsi a lavorare, e per questo, dovete essere concentrati. Le pause vi permetteranno di non andare fuori di testa, ma giustamente di riprendere il lavoro con calma. E poi vi permetteranno anche di fare il punto su quello che avete appena fatto e su quello che vi rimane da fare: fate dunque delle pause dopo un compito importante, prima di cominciare qualcosa di nuovo, e questo vale per il ritorno in ufficio e per tutto l’anno! Pronti a tornare in ufficio positivamente? Con questi consigli, dovrebbe andare tutto bene! Non dimenticatevi di fare il punto con il/la vostro/a responsabile per non essere persi al vostro rientro. Organizzatevi facendo la lista delle vostre priorità e i compiti che potete rimandare, eviterete così di fare tutto subito e perdere più tempo del previsto. E infine, non esitate a dare anche voi i vostri consigli e il vostro punto di vista sul lavoro nei commenti :) giovani imprenditori, progetto, social network professionale, studenti, giovani laureati