Come scrivere una mail per candidarsi ad un lavoro?

Come scrivere una mail per candidarsi ad un lavoro?
Molte persone hanno imparato a scrivere delle lettere di presentazione. Ma il modo più efficace per entrare in contatto con il selezionatore è la mail. Piuttosto che i CV e le lettere di presentazione, devi ormai sapere scrivere una mail di candidatura. 

La mail è usata quotidianamente dal selezionatore

Come la maggior parte delle persone nell’azienda, il selezionatore trascorre la giornata a leggere le sue mail. La tua mail sarà dunque “una mail come le altre” e ti sarà concesso lo stesso tempo degli altri: poco tempo. Devi dunque essere chiaro e conciso. Un paio di frasi. Qualche competenza chiave, qualche cifra ed è finita, passa alla conclusione. mail, candidatura, impiego, CV, motivazione, reclutamento

Le 3 regole fondamentali di una mail per candidarsi efficacemente

1- Deve arrivare nella bacheca di un destinatario

Normalmente, se la tua mail non è stata inviata a 50 selezionatori di 50 aziende diverse, non finirà negli spam. Ma ciò significa soprattutto che devi scrivere a una persona piuttosto che mandare una mail impersonale ad lavoraconnoi@azienda.com. Meglio prendere il tempo di cercare il nome del selezionatore (sui social networks professionali per esempio) o chiedere direttamente all'azienda. Se la mail è convincente ma il destinatario non è quello giusto, non fa niente: la persona che l'ha ricevuta l'invierà al selezionatore, con un messaggio del tipo: "Ho ricevuto questa candidatura per l'impiego... mi sembra interessante". E anche se non ci fosse un messaggio, il selezionatore avrà comunque voglia di leggere la mail poiché sarà stata inviata da un collega piuttosto che da uno sconosciuto. mail, candidatura, impiego, CV, motivazione, reclutamento

2- Deve essere aperta

Ciò significa che il titolo deve dare voglia di leggere la mail. Se un membro dell'azienda ti ha detto che potevi scrivere al selezionatore e raccomandarti da parte sua, dillo subito: "da parte di Signor Qualcosa". Devi in ogni caso essere preciso: non più di 40 caratteri (4 a 6 parole). mail, candidatura, impiego, CV, motivazione, reclutamento

3 - Deve essere letta e dar voglia di risponderti

E deve essere letta velocemente. Il tempo che ti concede il selezionatore è in effetti molto corto. Dopo aver spiegato brevemente chi sei, quello che vuoi e che il tuo CV (ed eventualmente una lettera di presentazione) è allegato alla mail, evita le formule di cortesia troppe lunghe. Un "cordialmente" va benissimo. Se non stai scrivendo direttamente al selezionatore, chiedi all'inizio della tua mail d'inviare le informazioni alla persona o al servizio richiesto. E non dimenticarti mai d’inserire tutte le tue informazioni di contatto. mail, candidatura, impiego, CV, motivazione, reclutamento Per concludere, la mail non sostituisce per niente il CV. Il suo obiettivo è di arrivare velocemente nella bacheca della persona giusta, di essere aperta e letta, e di farti ottenere un colloquio telefonico o un colloquio faccia a faccia. Infine, come lo farebbe un commercialista alla ricerca di nuovi clienti, è naturale, dopo qualche giorno, fare una telefonata per assicurarti che il selezionatore abbia ricevuto la tua mail. Un'occasione in più di entrare in contatto con lui.  giovani imprenditori, progetto, social network professionale, studenti, giovani laureati