Selezione e colloquio di lavoro: incontro perfetto ma non hai avuto il posto?

Selezione e colloquio di lavoro: incontro perfetto ma non hai avuto il posto?
Per il datore, la selezione del candidato ideale non è una passeggiata. E per te, trovare un nuovo lavoro non è così semplice. Serve del tempo per scrivere e migliorare il CV. Cominci la caccia al colloquio, passi giornate intere a visitare siti internet e forum sul lavoro. Chiedi ai tuoi amici e colleghi di scriverti una raccomandazione. Miracolo: ricevi finalmente la convocazione al colloquio. Ti prepari, arrivi in anticipo, pronto(a) ad affrontare il selezionatore, e rispondi correttamente alle sue domande. Tutto va a gonfie vele, sei convinto(a) di ottenere il posto. Hai abbastanza esperienza professionale e una laurea in tasca. L’impiego ti piace e corrisponde perfettamente al tuo obiettivo di carriera. Il tuo CV è perfetto e non ti sei mai sentito(a) così fiducioso(a) dopo un incontro professionale. Il lavoro è tuo, garantito!
  • Scenario 1 : È da qualche giorno ormai che hai avuto il colloquio, e non hai ricevuto nessuna risposta.
  • Scenario 2 : Hai ricevuto una risposta di esito negativo. Aia.
[Tweet "Che cosa è successo? Hai fatto qualcosa di male? Di diverso?"] Ci deve esserci una spiegazione, almeno una! La maggior parte del tempo, non dipende da quello che hai fatto o detto, ma piuttosto da quello che gli altri hanno fatto meglio di te. Ciò significa che non sei riuscito(a) a rispondere bene alle domande, o a farne. Forse non eri abbastanza preparato(a) e potevi fare di meglio. Se il candidato concorrente si è preparato per il colloquio solo 5 minuti in più di te, beh, può fare tutta la differenza. colloquio di lavoro, competenze, valorizzarsi, punti debolit, punti forti, distinguersi, concorrenti, selezionatore, selezionatori, lavoro, ricerca di lavoro, carriera, opportunità, consigli lavorativi Il CV e la lettera di presentazione sono due elementi interessanti per il selezionatore, ma è il colloquio a decidere. Puoi dunque migliorare quest’aspetto esercitandoti e trovare finalmente un lavoro. Ecco alcune cose che possono aiutarti a distinguerti e giocare in tuo favore:

Fai in modo che le tue competenze corrispondano alle domande del selezionatore!

Hai sicuramente inviato il tuo CV a qualsiasi azienda o annuncio che pensassi ti corrispondesse, ma a chi, in realtà, non corrispondi per niente. Il risultato rischia di essere piuttosto negativo. Perché non prendere un po’ più di tempo nella tua ricerca prima d’inviare la tua candidatura? Troverai così degli impieghi che corrispondano veramente alle tue aspettative. Prendere il tempo di valutare l’azienda e la sua realtà non è così semplice; spesso, visitiamo un sito internet senza entrare nel dettaglio, quando invece dovremmo fare delle ricerche approfondite sull’azienda e su quello che ha da offrirci. Comincia dunque con il sito internet per ottenere maggiori informazioni. Non accontentarti solo della pagina Home, ma visita piuttosto la pagina “Chi Siamo”. In questa sezione, troverai tutte le informazioni sull’azienda, la sua storia, il suo management, il suo business e com’è cresciuta. [Tweet "Devi capire che tipo di persone l’azienda sta cercando e quali benefici potrebbe offrirti."] colloquio di lavoro, competenze, valorizzarsi, punti deboli, punti forti, distinguersi, concorrenti, selezionatore, selezionatori, lavoro, ricerca di lavoro, carriera, opportunità, consigli lavorativi Dopo aver ricevuto una convocazione al colloquio, dovrai ovviamente preparare l’incontro. Comincia con i tuoi appunti sull’azienda e intensifica le ricerche. Andare su Google può fornirti nuove informazioni sull’azienda ma anche sugli impiegati. Prendi appunti e usali per “ripassare” prima del colloquio. Identifica le parole chiave dell’azienda e non esitare a usarle durante l’incontro. Per esempio, se l’azienda ha bisogno di una persona che lavori molto in squadra, potrai parlare della tua esperienza come membro(a) di un'associazione studentesca.

Abbi fiducia in te quando parli delle tue competenze

I selezionatori sono alla ricerca di:
  • Qualcuno che abbia i requisiti per compiere il lavoro richiesto.
  • Qualcuno che si adatti facilmente alla cultura aziendale.
colloquio di lavoro, competenze, valorizzarsi, punti debolit, punti forti, distinguersi, concorrenti, selezionatore, selezionatori, lavoro, ricerca di lavoro, carriera, opportunità, consigli lavorativi Non pensare che debba semplicemente “cavartela” durante il colloquio, allenati! Le domande del colloquio sono quasi sempre le stesse. Con qualche ricerca, potrai trovare le domande più frequenti a un colloquio. Grazie a queste domande, potrai preparare delle risposte chiare e precise. Poi, ascolta il selezionatore e adatta la tua risposta per rimanere sempre specifico(a). Rimani conciso(a). Non raccontare delle storie lunghissime che non hanno niente a che vedere con la domanda. Rispondi velocemente, lasciando al selezionatore il tempo di rispondere o di passare a qualcos’altro. Non monopolizzare la conversazione.

Evidenzia le tue qualità ma anche i tuoi difetti

In qualsiasi colloquio, avrai queste due domande:
  • Quali sono i suoi punti forti?
  • Quali sono i suoi punti deboli?
Dopo un paio di colloqui, non avrai più bisogno di pensarci, saprai subito quali punti forti evidenziare. Per esempio: onestà, integrità, produttività. colloquio di lavoro, competenze, valorizzarsi, punti debolit, punti forti, distinguersi, concorrenti, selezionatore, selezionatori, lavoro, ricerca di lavoro, carriera, opportunità, consigli lavorativi I punti forti e le qualità sono abbastanza semplici da elencare poiché parlano di quello che preferisci nel lavoro. Ma la domanda difficile riguarda i punti deboli. Nessun selezionatore vuole che un candidato dica che non ha nessun difetto. Abbiamo tutti delle difficoltà. Una persona che ha fiducia in sé non temerà di comunicare i suoi difetti. Inoltre, riuscire a trovare dei punti deboli che non svalutino troppo, richiede molta abilità. Il miglior modo per rispondere a questa domanda è ammettere le tue difficoltà e spiegare nella tua risposta come potresti gestire la situazione nel miglior modo possibile. Non essere mai ipocrita riguardo al tuo comportamento, ammetti semplicemente che hai avuto qualche difficoltà nel passato su certe situazioni. La tua attitudine e il modo in cui parli di te stesso(a) ha un impatto sul modo in cui il selezionatore percepisce la tua risposta. Allora, sei pronto(a) a superare il colloquio con successo? Spero che questi consigli ti siano stati d’aiuto! Non sei stato(a) ancora convocato(a) per un colloquio? Trova il lavoro dei tuoi sogni su Wizbii! lavoro, impiego, wizbii, stage, opportunità, offerta

Articolo scritto da Paul Langdon, Job Connection Program Manager.